SULL'AMICIZIA

     

   Ho sempre pensato che l’amicizia fosse quel tipico rapporto che intercorre tra due o più persone, fatto di complicità e condivisioni, molto simile all’amore. Ho creduto che niente e nessuno avrebbe potuto interagire negativamente con chi aveva la fortuna di vivere simile stato d’animo, che nessuno si sarebbe potuto intrufolare tra i portatori di tali sentimenti per minarne le fondamenta. E invece mi sbagliavo perché anche la più sincera e coriacea delle amicizie può finire. Così come può finire un matrimonio o un rapporto di parentela, allo stesso modo può finire anche l’amicizia tra persone che si consideravano amici. Forse, in fondo alle coscienze degli ex amici rimane la flebile voce della malinconia insieme a una timida luce  che continua a illuminare i momenti più significativi di quel rapporto creduto esaurito.